Provini a contatto 2

Analogico - darkroom, blog, Parlando di fotografia

Ieri ho provato in prima persona a creare i provini a contatto.
C’è chi suggerisce di usare una lastra di vetro, preso magari da una cornice per fotografia, cosi da tenere i negativi schiacciati, ma dato che li avevo raccolti all’interno di un raccoglitore con fogli per pellicole in plastica, i miei negativi erano già piatti e non mi è servito il vetro, sebbene abbia voluto provarlo comunque ad usare.
Sotto all’ingranditore ho messo la carta sensibile, le strisce di negativi, e ho fatto azionare il timer. Il vetro se volete usarlo mettetelo sopra i negativi, tanto è trasparente.
C’è chi consiglia di provinare i negativi lasciandoli all’interno del raccogli pellicole. Ho provato anche questo: la differenza sta solo nella messa a fuoco, come potete vedere sotto.

Realizzando un provino l’esposizione varia a seconda delle foto scattate, per questo motivo è meglio scegliere parametri non troppo scuri o troppo contrastati.

67085198_205739343742188_8663108765865738240_n67318778_205739077075548_2188632866374549504_n67443945_205739047075551_4160243672392138752_n

Sotto le tre fasi: negativo, provino, stampa
.

 

Ti possono interessare anche gli altri articoli inerenti al mondo ANALOGICO-DARKROOM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...